Chi vuole aprire o rinnovare un negozio si trova di fronte a molte possibili scelte, di materiali, di layout, di stile. L’energia iniziale, l’entusiasmo si scontra spesso con tutta una serie di risvolti pratici a cui dare attenzione, a volte piccoli dettagli, che possono però fare una grande differenza. In questo articolo ti voglio mostrare quali possono essere gli errori comuni in cui incappano più o meno tutti i nostri clienti quando vogliono allestire un negozio.

Allestimento per negozi: luci, atmosfera, layout e prodotti non valorizzati

Per distinguersi in un mercato con una forte competizione ma anche per offrire al tuo cliente un’esperienza di acquisto ottimale, comoda e rilassante, capace di soddisfare i suoi bisogni, bisogna portare attenzione a degli aspetti che fino a pochi anni fa erano poco considerati: una giusta illuminazione, un’atmosfera con musica e profumi, la gestione degli spazi e della merce.

Illuminazione non corretta, lasciare in ombra il negozio

Nell’allestimento per negozi, l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale, non solo nel conferire l’atmosfera più adatta e in linea con lo stile scelto, ma anche nel valorizzare la merce esposta.

Presta, dunque, le dovute attenzioni nella scelta dell’illuminazione per il tuo punto vendita, a partire dalla tipologia di lampade e apparecchi da utilizzare (led, lampade a soffitto, faretti a incasso, proiettori regolabili, lampadari di design…), fino alla temperatura della luce, perché in grado di influire nella resa cromatica.

Infatti, mentre le luci fredde mettono in risalto i colori freddi come blu o verde e sono per lo più adatte ad ambienti raffinati, chic ed eleganti, le luci calde evidenziano i colori caldi come rosso e arancione, l’ideale per conferire un’atmosfera più avvolgente, serena e familiare.

allestimento negozi, lettino in un centro estetico con tre luci alla pareti, COMINshop

La luce gioca un ruolo molto importante all’interno di un centro estetico, favorendo un completo rilassamento


Forse potrebbe interessarti: Illuminazione per negozi, la scelta migliore


Atmosfera priva di musica e profumi

Nell’allestimento per negozi in molti si concentrano esclusivamente sulla parte visiva, dimenticandosi di stimolare anche gli altri sensi, come udito e olfatto. Ricorrere al marketing sensoriale significa servirsi anche della musica e dei profumi come leva per contribuire alla creazione di un’esperienza unica e appagante.

Diverse ricerche di consumo hanno evidenziato come la musica trasmessa all’interno del negozio sia in grado di influenzare i comportamenti d’acquisto dei clienti, con la possibilità di incrementare lo scontrino medio dal 2% al 10%.

Essa infatti migliora l’umore e mette a proprio agio i visitatori del negozio, creando un ambiente accogliente, aumentando il loro tempo di permanenza e incidendo positivamente sulle vendite, a patto che genere e volume della musica trasmessa vengano scelti sulla base della tipologia di prodotti venduti e dello stile adottato.

Anche i profumi possono essere utilizzati per influire sulle decisioni d’acquisto dei clienti e migliorare la loro esperienza, rendendola unica e memorabile, perché capaci di parlare direttamente con il sistema libico.

Se usati nella giusta misura senza essere invasivi, sono infatti in grado di agire direttamente sulla memoria, sui ricordi e sulle emozioni a essi collegati. Anche in questo caso la fragranza più adatta al tuo negozio sarà quella che meglio rappresenta lo stile dello stesso e la merce venduta.

Layout, arredamento per negozi mal gestito

Lo studio relativo alla configurazione del layout e alla gestione degli spazi di vendita all’interno del tuo negozio sarà fondamentale. Tutti gli elementi d’arredo dovranno essere disposti in maniera ponderata e funzionale, a seconda della metratura e della struttura dello stesso.

Uno degli obiettivi primari sarà quello di garantire un passaggio agevole, senza ostacoli e sufficientemente largo ai clienti, affinché possano muoversi comodamente e in totale libertà seguendo quel percorso immaginario pensato per far visitare loro ed esplorare l’intera superficie di vendita.

A seconda delle diverse tipologie di negozio vi sono diversi accorgimenti specifici da considerare al fine di garantire un’esperienza positiva e soddisfacente al cliente.

Per esempio, se il tuo è un negozio di abbigliamento, non posizionare mai le cabine di prova vicino alle vetrine: l’imbarazzo potrebbe essere tale da far si che il cliente decidi addirittura di non entrare nel punto vendita.

allestimento-negozi,-negozio-abbigliamento,-COMINshop

Esporre l’essenziale, lasciare spazi liberi, un negozio di abbigliamento realizzato a Udine

Se invece hai un’edicola o una tabaccheria, ricorda di garantire uno spazio sufficiente davanti al bancone del lotto e dei tabacchi, dove cioè si concentrerà il maggior flusso di persone; mentre nelle estetiche, ma anche nel caso degli ottici, è consigliabile considerare lo spazio per inserire delle comfort zone attrezzate con sedie o poltroncine, data la possibilità di attesa tra un cliente e l’altro.

Prodotti non valorizzati e inaccessibili

I mobili del tuo negozio, espositori, scaffali, banconi, mensole, nicchie ed eventuali manichini dovranno essere funzionali alla valorizzazione dei tuoi prodotti. È qui che vengono in aiuto le tecniche di visual merchandising, le quali permettono di presentare visivamente il prodotto in modo tale da coinvolgere e attirare la clientela, aumentando così il volume d’affari.

Evita, innanzitutto, di trasformare il tuo spazio di vendita in un magazzino: un eccesso espositivo rischia solamente di generare confusione e sminuire i tuoi prodotti, diminuendone il valore percepito. Pochi prodotti ma valorizzati ed esaltati nel modo corretto dunque, non solo danno un senso di ordine e cura del negozio, ma possono rivelarsi determinanti nelle vendite.

Un altro aspetto fondamentale riguarda invece l’accessibilità dei prodotti da parte dei clienti. Occorre, infatti, che i prodotti non siano solo visibili, ma anche fisicamente accessibili e a portata del consumatore, affinché possano essere studiati e analizzati nei minimi dettagli. Solitamente si consiglia di posizionarle a un’altezza cliente che va dai 50 ai 150 cm da terra.

Ovviamente, gli errori che potresti commettere possono essere altri. D’altro conto è difficile racchiudere in poche righe l’allestimento dei negozi e le diverse esperienze di vendita. In questo articolo volevo giusto farti capire l’importanza di uno sguardo attento. Spesso infatti, ciascuno di noi si concentra su quello che ritiene giusto e si dimentica di fare un passo indietro, di mettersi nei panni degli altri, di osservare i propri progetti con uno sguardo distaccato.

Un progetto di successo, capace di attirare i giusti clienti, di aumentare il fatturato, è un processo non lineare, costituito da molti aspetti: un business plan realistico, un piano marketing efficace, una ricerca di prodotti mirati. L’importante è farsi aiutare, affidarsi a degli esperti, non perché sei in capace di gestire il tuo lavoro, ma per poterlo osservare e migliorare, grazie a diversi punti di vista.


Hai bisogno di una mano per scegliere l’allestimento migliore per il tuo negozio?