Chi lavora in un locale food conosce bene l’importanza di muoversi in un ambiente funzionale, igienico, resistente nel tempo, senza tralasciare naturalmente il punto di vista estetico e l’atmosfera accogliente che avvolge i clienti. Unire tutte queste necessità non è sempre facile; spesso chi vuole aprire o rinnovare il proprio locale, infatti, si trova di fronte a una scelta, cioè: cosa privilegiare tra funzionalità ed estetica? In realtà le due cose non si escludono a vicenda, anzi! Un ambiente pulito, resistente nel tempo, organizzato razionalmente per agevolare il lavoro e ordinato si presenta più piacevole non solo per chi ci lavora, ma anche per la clientela, lanciando un messaggio di cura e attenzione generale allo spazio che le persone riconoscono e apprezzano.

Molto spesso semplici accorgimenti tecnici e un’accurata scelta dei materiali può aiutare a prevenire o risolvere al meglio alcune problematiche o piccoli incidenti che rientrano nell’ordinaria gestione di un locale food: condensa, perdite d’acqua, danneggiamenti dovuti a urti involontari sono tutte situazioni risolvibili facilmente. Come? Ecco 6 suggerimenti del nostro bar & restaurant designer Paride Rosa per ottimizzare la funzionalità del tuo locale.

1. Negli ambienti della ristorazione sono presenti alcuni macchinari, come la macchina del caffè, le celle e le vetrine refrigerate, la lavabicchieri, che inevitabilmente producono condensa.

Un suggerimento: il banco, il retrobanco, le zone mescita e preparazione degli alimenti devono essere realizzate con materiali che non risentono l’umidità, per evitare rigonfiamenti e deformazioni.

2. Perdita d’acqua nel tuo locale? Purtroppo può succedere!

Un suggerimento: per risolvere più velocemente il problema, è utile che la pedana del retrobanco sia amovibile e facilmente ispezionabile, assicurando l’accesso a tutto il sistema idraulico.

3. I muri perimetrali di un locale food sono facilmente soggetti a danneggiamenti e urti di sedie e tavoli.

Un suggerimento su come proteggerli? Una buona idea è coprire le pareti con una boiserie in legno o laminato.

4. Chiavi, anelli, borse, passeggini,… Senza accorgercene il lato frontale del banco bar, a contatto con il pubblico, è quotidianamente esposto a involontari urti e abrasioni.

Un suggerimento: scegli un materiale compatto e resistente nel tempo.

5. Tenere pulito e in ordine il proprio locale è fondamentale ma non sempre semplice, soprattutto in alcuni punti critici.

Un suggerimento: presta attenzione ai punti di giunzione tra i complementi e i differenti materiali, è proprio qui che si accumula polvere e condensa.

6. Piano di lavoro del banco: occhio al materiale! Non tutti, infatti, garantiscono resistenza, igiene e resa estetica. Qualche esempio? Il marmo presenta una grande varietà di scelta ma mal sopporta agenti aggressivi; al contrario i graniti hanno alte prestazioni tecniche ma minore varietà estetica.

Un suggerimentoprendi in considerazione un materiale agglomerato, la scelta è ampia e le prestazioni sono di alto livello.

Vuoi parlare con un esperto per conoscere tutti i segreti per arredare al meglio il tuo locale?