La festa della donna dura solo un giorno, tuttavia celebrare la bellezza e la creatività, valori da sempre legati al femminile, è qualcosa che trascende l’8 marzo.

Il periodo di fine febbraio ed inizio marzo può essere l’occasione per guardare al tuo negozio con uno sguardo diverso e provare un allestimento delle vetrine per la festa donna che possa comunicare la tua attenzione alla cura e ai dettagli.

Un mondo al femminile

In questa epoca di grandi cambiamenti è innegabile che il ruolo della donna si stia sempre più spostando dalla periferia al centro. Valori quali la cura di sé e degli altri, il gusto per l’armonia dei dettagli, la morbidezza delle linee, l’attenzione alle emozioni, l’empatia con chi abbiamo di fronte (anche davanti ad uno schermo su internet) sono tutti aspetti tipicamente femminili che emergono sempre più potentemente.

Un negozio che sappia incarnare questa “femminilità” con un allestimento che vada oltre le mimose e le offerte al ribasso, che sia capace di entrare in sintonia con il femminile che vive sia nelle donne che negli uomini, avrà più opportunità di attirare clienti rispetto la concorrenza.

Vetrine per la festa della donna: il giallo oltre le mimose

La mimosa è il fiore di questa festa. Luminoso e abbondante è tra i primi ad abbellire i giardini ed annunciare la primavera. Tuttavia è un simbolo che rischia di essere abusato e che non basta da solo ad allestire una vetrina.

Il nostro consiglio è quello di spostare un po’ l’attenzione, di prendere magari il suo colore vibrante e di diffonderlo sia in vetrina che in negozio. Il giallo richiama, infatti, la luce solare, il calore e l’ottimismo. È il colore luminoso per eccellenza, uno dei più facili da percepire per l’occhio umano, ideale a stimolarci dopo l’inverno.

vetrine festa della donna, Cominshop

Oltre le mimose in questo periodo dell’anno fanno la loro comparsa altri fiori gialli, come i narcisi. Appaiono all’improvviso nei prati e richiamano subito la primavera, con i loro significati di rinnovamento, speranza ed allegria. Sono in più facili da trovare e sicuramente economici. Potresti disporli all’interno di vasi originali, sia in vetrina che all’interno, dando un piacevole tocco di naturalità e di freschezza.

Il giallo può apparire in negozio anche in altre forme: scegliendo lampade dalla luce calda, palloncini, composizioni di carta e ovviamente, dando più attenzione alle merci di quel colore già presenti tra il tuo assortimento.

Vetrine per la festa della donna: il potere delle parole

Le giuste parole sono a volte il messaggio più potente. Poesie, citazioni e frasi ispirazionali di donne o legate al mondo femminile possono colpire l’attenzione del cliente, donna e uomo che, fermandosi un attimo, possono farsi contagiare dalle emozioni racchiuse in quelle parole.

Aforismi sulle donne ne troverai facilmente on line. Per farle diventare parte della vetrine della festa della donna potresti usare una semplice lavagna con una scritta a mano. Se cerchi invece una soluzione più tecnica, potresti pensare ad una vetrofania che giochi con forme e colori, o con i font della scritta, dando un effetto dinamico e di sicuro impatto.


Stai cercando una vetrinista?

Contattaci per una consulenza gratuita


 vetrine festa della donna, vetrinista, cominshop, vetrofania

Fonte immagine: Pinterest

Parole ed immagini possono uscire dal tuo negozio ed entrare nella tua comunicazione digitale. Le frasi che ispirano, i colori gialli che donano calore alle superfici e ai prodotti, le vetrofanie sono messaggi positivi, contenuti ideali da rilanciare on line, su Facebook, Instagram e anche Pinterest. Noterai subito che verranno apprezzati e condivisi, non solo dai tuoi follower.

Festa della donna: “allestire” relazioni

Un allestimento per la festa della donna può benissimo andare oltre la vetrina e l’esposizione accurata delle merci. Può diventare relazione.

Oltre a regalare mimose alla tua clientela femminile, gesto ormai scontato, potresti creare occasioni di scambio con altri piccoli regali che richiamino il giallo ed il femminile, come ad esempio un dolcetto, una tisana, un aforisma stampato su un bel biglietto…non c’è limite alla creatività.

Oltre i regali ci sono poi le occasioni co-marketing, in cui invitare altri professionisti nel tuo negozio per un piccolo laboratorio, una lettura o una piccola festa.

Ricordati sempre che il negozio del futuro (e già nel presente) non è solo un punto vendita ma si evolve in un luogo dove le persone vogliono sempre più fare esperienze e “acquistare” emozioni da poter fissare nella memoria.


Scopri come concepire il tuo negozio in modo più creativo