C’è una tendenza in atto che va oltre le mode, i colori dell’anno, l’arredamento più innovativo, è la sostenibilità. C’è un filo rosso che lega ogni parte del pianeta, dalla tempesta Vaia dell’autunno 2018 nelle nostre montagne di nordest, agli incendi in Amazzonia, un cambiamento drastico che ci richiede di evolvere rapidamente. Fare finta di nulla è un atteggiamento comodo, ma irresponsabile, che non tiene conto dei bisogni dell’ambiente e di una fetta sempre maggiore di popolazione. Le nuove generazioni, e non solo, chiedono sempre più soluzioni ecologiche, nel mangiare, nella cura di sé e nei vestiti. Le idee per un negozio di abbigliamento di cui voglio parlarti sono proprio legate a questi bisogni sostenibili.

Idee verdi per un negozio di abbigliamento, agire subito

La parola inglese “sustainability” è più chiara del suo equivalente italiano, perché composta della parola “ability”, abilità di fare, di trovare risposte, di agire nel rispetto dell’ambiente. La nostra epoca ci richiede proprio questo, una responsabilità maggiore, una sensibilità capace di collegare i punti, di capire che tutto è collegato e che un negozio di abbigliamento, anche in una piccola città del Triveneto, può fare la differenza.

Se un tempo, fino a pochi anni fa, l’ecologia era appannaggio di poche persone, se aveva connotazioni più ideologiche, ora è una necessità. Chi lo comprende in anticipo, può incamminarsi in una strada che prima o poi dovranno percorrere tutti, ricavando un vantaggio competitivo sulla concorrenza, che ancora propone soluzioni vecchie.

Possiamo raccontarcela ancora per qualche anno ma presto, la sostenibilità avrà norme sempre più strette. Pensa alla questione dei rifiuti, una volta era tutto indifferenziato, ora i vincoli sono molto severi. Così succederà anche per altre questioni: risparmio energetico, scarti di produzione, scelta di fornitori. Ogni aspetto del tuo negozio sarà codificato per andare incontro alla necessità di avere imprese che riciclano tutto o quasi.

A prima vista potrebbe essere una prospettiva allarmante, piena di burocrazia e di difficoltà a rifornirsi di ciò che richiede la legislazione. Cerca allora di ribaltare la situazione e di fare della conversione ecologica un tuo vantaggio!


Forse potrebbe interessarti: Nuove tendenze nell’arredamento per negozi


Agisci subito, senza aspettare gli obblighi, asseconda la tendenza e sfruttala per diventare un pioniere. Il tuo negozio potrà fregiarsi di una sorta di bollino verde, attirando la clientela più sensibile, creando un passaparola entusiasta che ti permetterà di risparmiare in pubblicità diretta. Lo vedo spesso on line, sui social, le imprese che sono veramente attente all’ambiente ricevono una grande attenzione, molti like, commenti e condivisioni, perché parlano ai bisogni delle persone, soprattutto quello di vivere in un ambiente pulito e sicuro, per sé e per i propri figli.

Idee per un negozio di abbigliamento, i grandi marchi

idee-negozio-abbigliamento-donna-con-vestito-di-moda-in-ambiente-naturale-autunnale-articolo-blog-COMINshop

Se ancora pesi che questo discorso non faccia per te, perché sei troppo piccolo, oppure perché sono pochi i potenziali clienti interessati a queste cose, prova a guardare cosa stanno facendo molti marchi dell’abbigliamento, da H&M a Tommy Hilfigher. Se vere e proprie multinazionali del settore si stanno adoperando per avere tessuti biologici o per riciclare gli scarti di produzione, vuole dire che l’attenzione al problema è alto.

Come appassionato di montagna sto notando questa rivoluzione ecologica anche nel campo dell’abbigliamento sportivo, dove forse è più difficile ottenere buone prestazioni senza rincorrere nella chimica del petrolio. Caldo e freddo estremi, vestiti super leggeri, sono infatti difficili da ottenere con fibre naturali ma la ricerca sta facendo enormi passi avanti, tanto che un grande rivenditore del settore sta promuovendo sempre più questi tessuti innovativi.

Quando i grandi si muovono, vuol dire che i margini sono alti. La ricerca nel bambù, nel cotone organico, nelle fibre di legno e tanto altro, richiedono investimenti milionari.  Possono essere sostenibili solo se c’è una visione di buoni profitti. Questo vale anche per il design ecologico, che utilizza pitture lavabili, legni certificati, lampade resistenti negli anni con ottime prestazioni.

Il mondo ci richiede un cambio radicale, dallo spreco irragionevole, ad acquisti sempre più consapevoli, capaci di garantire benessere ambientale, sociale ed economico. Sei pronto per questa sfida epocale?


Sei alla ricerca di soluzioni sostenibili?