Ci sono parole che col tempo è come se si fossero logorate, se avessero perso splendore e fossero diventate qualcosa di opaco. Marketing è una di queste. Anni di bombardamento televisivo, di annunci sui cartelloni per strada e in radio ci hanno annoiato, se non addirittura saturato, facendoci spesso gridare alla manipolazione. Eppure la necessità rimane, quella di essere presenti sul mercato, dalla piazza del paese a quella virtuale e immensa del web. Il marketing per un negozio è semplicemente questo, farsi trovare in questo mercato, un territorio più o meno esteso, nel modo migliore, spendendo meno energie, meno tempo e meno soldi. Proviamo a capire come.

Marketing per negozi, una battaglia di percezioni

La fuori esistono oceani, fiumi, città e cittadine, alberi e case, ma non abbiamo alcun modo di conoscerli se non attraverso le nostre percezioni. Il marketing è una manipolazione di queste percezioni. 

Marco Segatto

La vita è un racconto, non è una frase poetica ma una realtà di come l’essere umano vive e costruisce la sua esistenza. La società e la cultura umana sono costrutti complessi che si basano su relazioni. La fiducia, o il suo contrario, sono essenziali per stabilire questi legami. Pensa agli investimenti, ai soldi che decidi di affidare ad una banca, ad un privato o a uno stato con i suoi titoli di debito. È la fiducia che ti ispirano a guidare i tuoi passi.

L’esempio classico è quello della nota marca di telefoni e computer Apple, abile nel tempo a creare una percezione di sé molto affidabile, tanto che i suoi clienti sono disposti a spendere cifre più alte rispetto alla concorrenza. La realtà delle cose corrisponde al vero? Un iPhone è meglio di un Huawei o di un’altra marca? Quello che conta è la percezione delle persone, non come sono le cose effettivamente. 

Il racconto più abile che siamo in grado di fare guiderà questa percezione e ci porterà clienti. Il processo è ovviamente complesso e non esula da scelte etiche, come avere prodotti di buona qualità, che siano aderenti al racconto che facciamo.


Forse ti potrebbe interessare: Storytelling per un negozio, raccontare la tua storia


Eppure, se non racconto questa qualità, la dedicazione alla scelta di quello che vendo, al servizio che offro, non esisterà alcuna percezione presso il cliente. Il marketing per un negozio significa quindi scegliere gli strumenti giusti e intraprendere le giuste azioni per guidare la percezione, per attrarre clienti.

Marketing per negozi, alcuni consigli

Il marketing assomiglia più a un’arte che a una scienza, qualcosa che si avvicina molto alla psicologia e alla capacità intuitiva di cogliere le cose. Non è necessario quindi leggere decine di libri sull’argomento, è più opportuno sviluppare una mentalità capace di guardare oltre l’ordinario, oltre quello che appare evidente, ma che spesso così evidente non è.

Bisogni evidenti e nascosti

Un cliente entra nel tuo negozio e ti chiede un consiglio, nel suo semplice gesto si nasconde un desiderio da soddisfare, un bisogno che l’ha spinto a spendere il suo tempo per venire da te. Un abito, un paio di occhiali o un trattamento di bellezza sono prodotti e servizi che svolgono delle funzioni: coprire il corpo, migliorare la vista, eliminare rughe o inestetismi. Ma dietro queste funzioni?

marketing-negozio,--negozio-ottica,-COMINshop

Un’ottica realizzata in Sud Tirolo

Dietro o forse sarebbe meglio dire sotto, ci sono dei bisogni che vengono taciuti: la voglia di fare colpo sul proprio partner o di dare un’immagine di sé più professionale, cambiare i vecchi occhiali che davano un’aria troppo seriosa per crearne una più giovanile, sentirsi meglio quando si andrà in spiaggia. Sentire è la parola chiave, il cliente, che poi siamo tutti noi, vuole avere una percezione di sé differente e ritiene che un prodotto o un servizio possano soddisfare questo bisogno.

Come vedi siamo sempre nel campo delle percezioni, di ciò che proviamo grazie ad una merce o addirittura, di un’esperienza d’acquisto. Un marketing efficace per un negozio è allora quello capace di conoscere i bisogni latenti delle persone, per andare a soddisfare quelli e non altri, per andare a raccontare se stessi, il proprio spazio e quello che stiamo offrendo.

Promuoversi per distinguersi

Quando hai compreso quali bisogni vuoi e puoi soddisfare con il tuo punto vendita, hai in mano una chiave potente, capace di aprire le armature che un po’ tutti ci mettiamo addosso, la diffidenza nei confronti di quel marketing di una volta che voleva farci comprare cose di cui non avevamo davvero bisogno.

Vendi abiti ricercati, realizzati con materiali all’avanguardia, per donne o uomini che vogliono sentirsi originali, oppure hai una parafarmacia che punta sul benessere naturale, che si rivolge a persone che vogliono sentirsi meglio perché rispettano il proprio corpo e l’ambiente? Questi bisogni sono storie che bisogna comunicare per poterti distinguere dagli altri negozi di abbigliamento o dalle altre parafarmacie, e dal mercato on line.


Forse ti potrebbe interessare: Facebook per negozi: consigli e opportunità


Parlare di sembra l’aspetto più difficile per molte persone, quasi ci sia un’atavica vergogna a voler mostrarsi in pubblico. Ricordati che sei hai deciso di affrontare una sfida così importante, come aprire e gestire un negozio, qualunque esso sia, se hai delle passioni o dei sogni che ti guidano, è tuo dovere comunicarle. Non c’è peggio che chiudersi nel proprio bozzo e soffocare il fuoco che ci anima, soprattutto quando vogliamo soddisfare i bisogni degli altri.

Negli anni ho visto molti clienti che avevano timore ad aprire un sito o una pagina Facebook, soprattutto a riempirle di contenuti e diffonderle, pur avendo dentro di sé delle storie capaci di ispirare e di stimolare all’acquisto il proprio target.

Il tono di voce

Quando hai superato la paura di essere visibile e hai ben compreso chi sei e perché lo fai, è bene capire anche per chi lo fai, qual è il tuo cliente ideale, a chi deve rivolgersi la tua comunicazione.

Per comunicazione non s’intende solo la presenza on line. Il web è uno degli aspetti del marketing per un negozio, perché prima ci sei tu, come persona che ha un tono di voce, uno stile nel vestire e nell’accogliere le persone, poi il tuo punto vendita che è un vero proprio mezzo di comunicazione, con le vetrine, gli espositori, le luci, i colori e altri numerosi dettagli.

 maketing-negozio,-negozio-di-abbigliamento-con-fiori-in-primo-piano,-COMINshop

L’arredamento come mezzo di comunicazione. Una nostra realizzazione in Friuli

L’arredamento di un negozio, il suo design, è un potente strumento di marketing, perché trasmette sensazioni immediate, non filtrate dalla nostra parte logica, qualcosa che ci fa stare subito bene, o meno. Spesso cerchiamo complicate formule per raccontarci, quando la soluzione è proprio là dove ci troviamo.

Che tu sia parlando attraverso il tuo negozio, che tu lo faccia su Facebook o attraverso degli eventi che vuoi creare per animare il tuo ambiente, è importante che sia un’armonia d’insieme, un tono di voce comune a tutti questi strumenti.

Il negozio di abbigliamento immaginato prima, avrà colori accesi, vetrine con forme bizzarre e contenuti digitali che si allontanano dallo stile comune e spiccano per originalità. Mentre la parafarmacia attente al benessere naturale punterà su un ambiente fisico con richiami vegetali o con colori tenui e luci rilassanti, si presenterà on line con immagini e parole che ispirano uno stile di vita più lento e meditativo.

Questi sono solo esempi e nulla vieta alla parafarmacia di fare scelte più spinte, così come al negozio di abbigliamento di raffreddare i toni. Tutto dipende dal target a cui abbiamo scelto di rivolgerci e da che immagine di noi vogliamo mostrare al mondo.

Il marketing per un negozio è molto più che un insieme di trucchetti da applicare o di funzioni da sbloccare su una piattaforma on line, è un approccio, una visione del mondo che deve essere fatta propria, con costanza, evitando le trappole della lamentele o la paura della concorrenza. Se usato con intelligenza e responsabilità, perché c’è una rivolta in atto contro la manipolazione, può permetterti di crescere e di fare il lavoro che ami, anche in questa epoca piena di incertezze.


Hai bisogno di consigli per comunicare il tuo negozio?